Le International Olympiad in Informatics (IOI) sono la più importante gara di programmazione competitiva per studenti delle superiori. Nate nel 1989, il nostro paese vi ha preso parte per la prima volta nel 1990 e partecipa stabilmente dal 2000.

Le IOI sono nate con l'obiettivo primario di stimolare l'interesse nell'informatica e nella tecnologia dell'informazione.
Un altro obiettivo è raggruppare talenti eccezionali dalle varie nazioni per far loro condividere esperienze scientifiche e culturali.

Le IOI sono organizzate ogni anno da una delle nazioni partecipanti; ogni paese invia una propria delegazione composta da non più di quattro studenti di età inferiore ai 20 anni e da due adulti accompagnatori.

Le gare si concentrano in due giornate nell'arco di una settimana durante la quale sono previsti eventi culturali e ricreativi organizzati dal paese ospitante.
Gli atleti competono individualmente cercando di risolvere i problemi di natura algoritmica assegnati con l'utilizzo di un personal computer.
La manifestazione termina con la premiazione dei vincitori cui vengono assegnate medaglie d'oro, argento e bronzo "a fasce".

Da una partecipazione sperimentale, si è passati ad una organizzazione via via più strutturata a livello nazionale e tale cambiamento ha influito positivamente sui risultati ottenuti dalle nostre rappresentative studentesche tanto che il medagliere italiano può vantare ben 64 medaglie (2 ori, 24 argenti e 38 medaglie di bronzo).

Ad oggi l'Italia partecipa anche ad altre competizioni internazionali come le BOI, le RMI e le WEOI, oltre alle gare internazionali per la sensibilizzazione in merito alla partecipazione femminile nelle discipline STEM di cui l'informatica fa parte. Ognuna di queste competizioni è ospitata in un paese differente ogni anno, sono quindi non solo l'occasione dei ragazzi di dimostrare quanto valgono, ma danno loro la possibilità di conoscere persone di moltissimi paesi diversi con cui condividono una grande passione.

Proponi modifiche